Previous Next

Venerdì, 21 Aprile 2016

Intervista a Rosanna D'Antona Presidente di Europa Donna Italia

Il 25 maggio a Genova nuova edizione del talk show della Campagna

Gent.mma Rosanna D'Antona Presidente di Europa Donna Italia,

ringraziandoLa di aver accettato di rilasciare questa Sua breve intervista alla rivista free-press di medicina MEDICARE Le chiediamo per prima cosa quale è stato il Suo apporto specifico al Convegno ovvero l'oggetto del Suo intervento

Ho illustrato a grandi linee le attività di Europa Donna Italia, il movimento che a livello nazionale si occupa della tutela dei diritti delle donne operate di tumore al seno, sia direttamente, sia attraverso la rete di associazioni territoriali affiliate. In particolare ho descritto i contenuti della campagna "Diritti al Centro" basata su formazione, per le volontarie che lavorano nelle Breast Unit, e informazione per la pubblica collettività. In particolare per la Formazione abbiamo dato vita ad un Corso che ha coinvolto ben 70 associazioni, con la partecipazione di 170 volontarie, in 4 città italiane, per 4 appuntamenti diversi, dalle nozioni base ai temi più avanzati.

Nel Suo specifico ambito di intervento valuta che ci siano stati dei progressi significativi in tempi recenti tali da migliorare significativamente la qualità della vita ed addirittura l'aspettativa di vita?

C'è ancora molto da fare, ma a piccoli passi stiamo procedendo. Infatti la qualità della vita di una paziente oncologica operata di tumore al seno è sensibilmente migliorata rispetto anche solo ad un decennio fa, grazie a molteplici fattori. Come altresì, è progredita l'aspettativa di vita di fronte ad una diagnosi di cancro al seno grazie a terapie personalizzate ed alla creazione delle Breast Unit, centri di senologia altamente specializzati, dove la paziente viene presa in carico dalla diagnosi fino al follow up, in maniera adeguata, al punto che le statistiche hanno rilevato un marcato miglioramento in termini di aspettativa di vita ben del 18% in più rispetto ad un centro non classificato come Breast Unit.

Le tecnologie digitali stanno contribuendo fattivamente, così come in tanti altri campi della nostra quotidianità, al miglioramento delle prestazioni professionali nel Suo specifico ambito di intervento?


Relativamente all'imagine tecnologica siamo sicuramente di fronte ad un avanzamento, la strumentazione è più sofisticata e rileva anche le più piccole lesioni. L'I-tech è importante anche per la relazione medico-paziente, infatti le donne utilizzano efficaci applicazioni installate direttamente sui propri dispositivi per la prenotazione delle visite, per la visualizzazione immediata della propria salute e non solo.

Come pensa che si potrebbe migliorare la comunicazione fra medici e pazienti al fine di una migliore prevenzione ma anche una migliore comprensione ed accettazione delle terapie proposte?


Il rapporto medico-paziente andrebbe migliorato soprattutto in sede di comunicazione della diagnosi e della terapia relativa affinché la partecipazione della donna non sia passiva ma abbia la necessaria compliance. Una donna consapevole della malattia è più attiva e reattiva in tutto il percorso chirurgico e terapeutico. Un medico che sa "comunicare" e che sa dedicare il giusto tempo ed il giusto spazio è, sicuramente, un medico migliore.

Le chiediamo, infine, secondo Lei cosa potrebbe fare un periodico free-press come Medicare per migliorare il rapporto comunicativo medico-paziente e fornire conseguentemente un adeguato supporto informativo oltre a pubblicare questo Suo prezioso intervento.


Un periodico freepress dovrebbe fornire maggiori informazioni sulle possibilità di cura di questa patologia, affinché si crei un circolo virtuoso tra donne/ medici di base/ centri di screening/ Breast Unit segnalando, regione per regione, quali sono i centri di eccellenza per la cura del cancro al seno.

Grazie per la Sua disponibilità

Medicare Free Press - Dove leggere di Medicina in Toscana: rivista medico-scientifica disponibile nei centri di analisi e poliambulatori della Toscana è lieta di segnalare questo evento in un'ottica di miglioramento informativo del rapporto medico-paziente e di maggiore consapevolezza della propria salute e delle opportunità di cura.

MGA Comunicazione e Pubblicità
+39 055 5275595
Via Aretina, 167/M
50136 Firenze
Italia